Education

Eni con l’Italia

 By Gabriella Galloro

Cento studenti provienti da diversi territori italiani che si confrontano a tutto campo con l’Amministratore Delegato di Eni, Claudio Descalzi, e il premier Paolo Gentiloni. E’ il senso di “Eni con l’Italia”, l’evento live celebratosi al Technikum di Bolgiano che ha raccontato la presenza, i progetti presenti e futuri e gli investimenti del Cane a sei zampe nel suo paese natale. A beneficio di tutti, ma soprattutto delle nuove generazioni… 

Fin dalla prima riunione di redazione di Eniday è stato chiaro che la nostra missione era ed è cercare storie di energia da raccontare. Rendendo accattivante, per un pubblico non solo di esperti, un lavoro e attività che, delle volte, sembrano non esserlo. Insomma una vera sfida! Immaginate, quindi, la nostra felicità quando ci è stato comunicato che le porte dell’Eni si sarebbero aperte a un pubblico diverso dal solito: non analisti, non investitori, non giornalisti bensì una folta rappresentanza di studenti (circa cento) provenienti da scuole superiori e istituti tecnici italiani coinvolti nel Progetto Alternanza Scuola- Lavoro o di Apprendistato di Primo livello con Eni (Ravenna, Mestre, San Donato Milanese, Mantova, Gela, Brindisi, Viggiano), provenienti dalla Scuola Mattei, dal Master MEDEA (Master Eni in Management ed Economia dell’Energia e dell’Ambiente) e dal Politecnico di Milano e Torino, che usufruiscono di una Borsa di studio Eni. Qualcuno si potrebbe chiedere il perché Eni abbia voluto incontrare i ragazzi o perché la scelta sia caduta su questi e non su altri. Tutte domande legittime che possono essere soddisfatte in 30 secondi, guardando questo veloce spot.

Protagonisti di questo spot sono la formazione e l'alleanza con le università.

Il momento dunque è ghiotto. Sentire dalla viva voce di Claudio Descalzi come una grande azienda come Eni immagina di costruire il futuro che verrà lasciato in eredità proprio ai giovani, non capita tutti i giorni. Soprattutto se ad alternarsi sul palco c’è anche il Presidente del Consiglio Paolo Gentiloni… senza dimenticare la gradita ospitata del ct della Nazionale, Giampiero Ventura. Tra i discorsi sui futuri scenari energetici e qualche flash su chi potrebbe essere l’erede di Francesco Totti, i 90 minuti previsti per l’evento, moderati dal giornalista Riccardo Luna, non sono certo bastati. Con un entusiasmo e una voglia di conoscenza di cui spesso i ragazzi sono accusati di non avere più, ma che in sala si sono avvertiti chiaramente, le domande hanno spaziato dall’impegno di Eni nelle rinnovabili, al ruolo del gas nello scenario di transizione energetica, agli impegni presi nei territori in cui Eni opera. In poco più di un’ora gli studenti hanno potuto comprendere i programmi di riconversione dalle tradizionali raffinerie in bio-raffinerie (in particolare per il programma Gela) e su quali fonti rinnovabili Eni sta puntando, in Italia e all’estero.

Claudio Descalzi e gli studenti immortalati in un selfie

Storie e progetti che hanno interessato i ragazzi, che vivono i territori coinvolti da questi cambiamenti, e che potrebbero rappresentare delle opportunità nel loro futuro. Come ad esempio la tecnologia che permette il waste to fuel, di cui vi abbiamo già raccontato.

Al centro di questo spot la trasformazione di rifiuti organici in bio-olio.

Anche se ciò su cui ha insistito di più Descalzi, dialogando con i ragazzi, è stata l’importanza dell’innovazione e della trasformazione nei cicli aziendali (e delle persone). Tanto più oggi che siamo nel bel mezzo di una fase di transizione, che molti descrivono come una nuova rivoluzione industriale. La nuova via prevede infatti l’utilizzo di fonti energetiche a basso impatto di carbonio e per questo servono nuove tecnologie energetiche. Eni si è già messa in gioco, per riuscire serve impegno ed entusiasmo o, come ha detto il nostro Amministratore Delegato prima di congedarsi, serve “rimanere giovani”. Forse il segreto dell’incontro di Bolgiano è proprio questo: ricordarsi cosa significa guardare al proprio lavoro con l’entusiasmo che si aveva tra i banchi di scuola…

PER APPROFONDIRE: L’evento di Bolgiano in un minuto

informazioni sull'autore
Gabriella Galloro
Vivo in un mondo di colore, tra fantasy e fantascienza, con un occhio alla realtà. E lavoro nella Media Production Eni.