Education

L’energia scende in campo a Viggiano

 By Flavia Mondello

Visto dall’alto, quel grande rettangolo verde sembra sospeso a mezz’aria, a quasi mille metri di altezza. A tenerlo ben saldo, le case arroccate alle sue spalle. Mentre il pallone rotola, le nuvole corrono e si divertono a dipingere la valle di ombre e luci sempre nuove…

Siamo a Viggiano, nel cuore della Val d’Agri, in Basilicata. Sulla tavolozza di colori che illuminano questo luogo, da oggi si aggiunge l’azzurro delle maglie indossate da un centinaio di adolescenti. Il progetto Federcalcio di valorizzazione ed educazione per i giovani, ha raggiunto anche i tremila abitanti del comune lucano. Con una cerimonia inaugurale alla presenza delle istituzioni locali e regionali e l’avvio dell’attività, dal 7 marzo 2018 il campo comunale ‘Coviello’ è ufficialmente il trentasettesimo Centro Federale Territoriale.
Un progetto – quello dei Centri federali territoriali – nato nel 2015, nel quale la Federazione investe e crede moltissimo e che porterà entro due anni all’apertura di un totale di duecento poli in tutta Italia. Di questo ambizioso percorso intrapreso dalla Figc, il cane a sei zampe ne è insieme tifoso e compagno di squadra, perché dietro a quel pallone che rotola, c’è molto di più. C’è aggregazione, inclusione, appartenenza, crescita, senso civico, responsabilità.

Il progetto Federcalcio di valorizzazione ed educazione per i giovani, ha raggiunto anche i tremila abitanti del comune lucano di Viggiano

I valori in gioco

Il gioco del calcio, così amato e sentito nel nostro Paese, è uno straordinario mezzo di comunicazione, è un ponte per il benessere sociale di un territorio e per promuovere valori positivi che sono alla base della collettività. Valori in cui Eni crede, si riconosce e si ispira con l’obiettivo di formare le giovani generazioni e dare nuova energia al Paese.
Sul campo sportivo di Viggiano, ogni lunedì, di energia ce ne sarà tanta. Sarà quella sprigionata da giovani calciatori e calciatrici che, sotto l’attenta supervisione dei tecnici federali, daranno il massimo per continuare a rincorrere un sogno.
Di energia, mista a sana competizione e spirito di gruppo, ce ne sarà tanta anche tra i ragazzi che parteciperanno al bootcamp #energiaperlanazionale. Il 21 aprile, l’Omnicomprensivo di Villa d’Agri, istituto scolastico ai piedi di Viggiano, ospiterà la seconda edizione del contest organizzato da Eni con il sostegno di Figc. Quaranta giovani della provincia di Potenza tra i 18 e i 25 anni avranno la possibilità di volare a Nizza con la Nazionale di Calcio e assistere all’amichevole contro la Francia del prossimo 1 giugno. Ma non sarà facile. Ad aggiudicarsi il premio, assegnato da una giuria tecnica, il team che meglio sarà riuscito a raccontare attraverso un video i valori universali dello sport. Otto ore per conoscersi, unirsi in team, farsi venire una buona idea, realizzare le riprese in giro per la zona e montarle, non sono poi molte. Ne sanno qualcosa Biagio, Giulia e Salvatore, i vincitori della prima edizione del bootcamp, organizzato a Gela lo scorso ottobre in occasione dell’apertura del centro federale Enrico Mattei di Macchitella.

Il calcio è uno straordinario mezzo di comunicazione, è un ponte per il benessere sociale di un territorio e per promuovere valori positivi che sono alla base della collettività

La fiducia nel futuro

L’iniziativa del prossimo 21 aprile, va ad aggiungersi all’impegno di Eni di costante dialogo e attenzione per il territorio, di fiducia e sostegno nei giovani nella costruzione del loro futuro.
Futuro che passa principalmente dalla scuola, imprescindibile contenitore di sapere e conoscenza, in costante ricerca di nuovi strumenti ed esperienze che servano da stimolo e crescita ai ragazzi. Intercettata questa necessità, cogliendo l’opportunità della presenza sul territorio, Eni ha avviato negli anni molte iniziative per e con i giovani lucani. Dai programmi di alternanza scuola-lavoro e di apprendistato per i più grandi, ai laboratori di sviluppo del pensiero computazionale per i più piccoli.
Dall’energia, al digitale, passando per il calcio. Tanti linguaggi, un solo messaggio: palla ai giovani, tifiamo per voi.

LEGGI ANCHE: Quanta energia dentro un pallone? di Flavia Mondello

informazioni sull'autore
Flavia Mondello
Trent'anni tondi tondi, nel portafogli il tesserino da giornalista, nella testa tanti sogni. Ama viaggiare, curiosare e fare cose spericolate (ma non ditelo alla mamma). Lavora in Eniscuola, progetta e tira fuori idee per gli studenti, lo trova un modo furbo per rimanere giovane. Ah, è in Eni da appena un anno ma già si sente a casa.