Education

Convocati per la Nazionale

 By Angelo Cassisi

Non smettere mai di sognare, perché se ci credi davvero i sogni possono diventare realtà. È quello che è successo a 4 ragazzi gelesi il 19 ed il 20 marzo scorsi, due giorni che rimarranno per sempre nella loro memoria, i giorni in cui un desiderio è diventato realtà…

Ma procediamo con ordine e riavvolgiamo il nastro, fino al 28 ottobre 2017, il giorno in cui al Teatro Eschilo di Gela si è svolto il Bootcamp di Eni #energiaperlanazionale. Il contest, a cui potevano prendere parte i giovani gelesi di età compresa fra i 18 ed i 25 anni, richiedeva la realizzazione di un video-spot dalla durata (non a caso) di 90 secondi, riguardante il tema “energia per la nazionale”. Come in ogni gara tre premi in palio e la possibilità di esaudire il desiderio di qualsiasi vero tifoso di calcio: seguire la Nazionale!
Per me e i miei compagni del team RSG, un secondo posto totalmente inaspettato, una sorpresa mista a enorme gioia. Per noi, ad aprirsi sono state le porte del Centro Tecnico Federale di Coverciano.
Durante la visita al centro sportivo, l’emozione di visitare il “Museo del Calcio”, in cui sono custoditi tutti i cimeli della Nazionale. Un luogo unico, in cui il passato e il presente si fondono per raccontare un’unica lunga storia dalle prime maglie nere fino agli immancabili ricordi che testimoniano le ultime vittorie. E con gli occhi ancora il momento in cui Cannavaro alza la coppa al cielo, arriva il momento del pranzo, un’occasione unica, anche se, a dire la verità, non ricordo nessun sapore di quello che ci è stato offerto. Come pensare a mangiare, se seduti accanto a te, al tuo stesso tavolo, ci sono i tuoi eroi? Quei giocatori che ogni domenica ti fanno esultare e disperare e poi festeggiare nello spazio di 90 minuti! Se già questo poteva bastare, per noi anche la possibilità di assistere alla conferenza stampa dei neoconvocati Patrick Cutrone e Federico Chiesa, anche loro evidentemente emozionati e contenti del privilegio concessogli. E per rendere davvero indimenticabile la giornata anche l’incontro con i calciatori, seguiti dai vari autografi, foto ed indescrivibili sensazioni di cui è faticoso scrivere. Forse ci sarà un momento in cui i nostri eroi ci deluderanno, in cui quel nome e quell’autografo verranno messi nel cassetto, ma per noi questi saranno indelebili ricordi impressi nei nostri cuori, consapevoli di aver avuto la possibilità di vivere un’esperienza unica.

#energiaperlanazionale - Il Bootcamp di Gela

LEGGI ANCHE: La partita più importante di Gabriella Galloro


informazioni sull'autore
Angelo Cassisi