Education

Gela delle meraviglie

 By Gabriella Galloro

“È il tempo che tu hai perduto per la tua rosa che ha fatto la tua rosa così importante”, scriveva così Antoine De Saint Exupery ne “Il piccolo Principe” ed è quanto sta accadendo a Gela dove un gruppo di giovani professionisti sostenuti da Eni, patrocinati dall’Amministrazione Comunale e guidati da Jacopo Fo srl (Gruppo Atlantide), si stanno prendendo cura di ciò che hanno di più caro: la propria città…

Un progetto a tutto tondo quello per Gela, che parte della riqualificazione industriale della raffineria, che verrà trasformata entro un paio di mesi nella seconda bioraffineria in Italia, ma che coinvolge anche i giovani, vero cuore pulsante del territorio.

Un progetto a tutto tondo per Gela, che parte dalla riqualificazione industriale

Tutto ha inizio qualche mese fa, dall’idea di Eni di lanciare il progetto “Gela, le radici del futuro”. Gli esperti del Gruppo Atlantide, guidati da Jacopo Fo hanno selezionato un gruppo di professionisti locali per dare vita al Gruppo di Animazione Territoriale di Gela. Silvia, Glenda e i tre Giuseppe, Anna, Jolanda, Dalila con i due Francesco hanno passato le selezioni e da oggi sono a tutti gli effetti gli animatori del sito www.gelaleradicidelfuturo.it. Il loro compito, come si legge nel “chi siamo”, è la riqualificazione urbana a partire da quanto la città ha da offrire.
Tutto parte da uno spettacolare video promozionale in Home Page che racconta in pochi secondi tutte le attrazioni locali e se questo non dovesse bastare, si può proseguire la navigazione nella sezione “7 meraviglie di Gela”, porta d’ingresso virtuale alle aree di maggiore interesse della città.
Mese per mese, l’area eventi sarà aggiornata con le manifestazioni previste in città. Uno spazio aperto a chiunque (cittadini, associazioni culturali e istituzioni) potranno inserire i loro eventi, senza dimenticare le feste patronali e le tradizioni religiose a cui è stata dedicata un’intera sezione, denominata appunto “Feste e Tradizioni”.
L’attenzione per il turista è davvero al primo posto per il GAT. Il viaggio, infatti, inizia davvero online. Nella sezione “Che tipo di viaggiatore sei” i turisti possono trovare una descrizione “mirata” della tipologia di viaggio più adatto a ciascuno e consigli ad hoc sui percorsi da seguire. Per chi volesse farsi un’idea di cosa propone il territorio, le sezioni “Cosa vedere a Gela” e “A pochi km da Gela”, danno informazioni sulle maggiori attrazioni turistiche. E per fare di Gela una delle tappe di un tour in Sicilia “Organizza il tuo viaggio” e “Accoglienza” offre tutte le informazioni su cosa vedere, cosa mangiare e dove dormire. Ma anche il turista è ingaggiato in prima persona, tutti, infatti, sono invitati a condividere la propria esperienza in città attraverso un commento, una foto, una recensione… impronta unica per chi verrà dopo.
“È un sito di informazione turistica all’avanguardia, diverso da quelli presenti in rete”, commenta Silvia, coordinatrice del GAT assieme a Anna, “la costruzione del sito attraverso immagini, video e testi lo rendono un sito giovane, esplosivo e di forte impatto emotivo”.

LEGGI ANCHE: Gela, le radici del futuro di Gabriella Galloro

informazioni sull'autore
Gabriella Galloro
Vivo in un mondo di colore, tra fantasy e fantascienza, con un occhio alla realtà. E lavoro nella Media Production Eni.