Education

La realtà aumentata dell’energia

 By Peter Ward

La realtà aumentata è vicina ad una svolta nel mercato consumer da quando, negli ultimi anni, dispositivi come Hololens di Microsoft e Google Glass hanno conquistato pubblicità e titoli sui grandi media. Tuttavia in mezzo a tanto interesse da parte dei consumatori, il potenziale di queste tecnologie nel campo industriale, ad esempio l’Oil & Gas, è passato quasi inosservato. Eppure sono già in uso in tutto il settore, anzi molti nuovi dispositivi e funzioni approderanno sul mercato nei prossimi anni, offrendo alle compagnie soluzioni per la sicurezza, la formazione dei lavoratori e la manutenzione degli impianti. Peter Ward racconta in che modo la realtà aumentata sta cambiando e cambierà l’industria dell’energia, rendendo il lavoro più sicuro e misurabile…

(Nella cover foto il DAQRI Smart Helmet, tratto da www.hight3ch.com)

(Foto tratta da www.atheerair.com)

La realtà aumentata è vicina ad una svolta nel mercato consumer da quando, negli ultimi anni, dispositivi come Hololens di Microsoft e Google Glass hanno conquistato pubblicità e titoli sui grandi media. Tuttavia in mezzo a tanto interesse da parte dei consumatori, il potenziale di queste tecnologie nel campo industriale, ad esempio l’Oil & Gas, è passato quasi inosservato. Eppure sono già in uso in tutto il settore, anzi molti nuovi dispositivi e funzioni approderanno sul mercato nei prossimi anni, offrendo alle compagnie soluzioni per la sicurezza, la formazione dei lavoratori e la manutenzione degli impianti.

Secondo una ricerca condotta da Digi-Capital, entro il 2020 la realtà aumentata avrà un mercato del valore di 120 miliardi di dollari. Non è difficile capire perché vengano annunciate cifre così alte. Sebbene sia stata spesso associata alla realtà virtuale, la  realtà aumentata è qualcosa di significativamente diverso. Questa tecnologia infatti sovrappone un’immagine generata al computer alla realtà esterna fornendo a chi guarda una visione potenziata. I dispositivi più raffinati sono occhiali e cuffie smart, ma la realtà aumentata può essere vista anche con tablet e smartphone.

 

LEGGI ANCHE: I vestiti intelligenti di Nicholas Newman

La tecnologia da indossare è ormai pronta per l'adozione industriale su larga scala

Una delle sue più importanti applicazioni nel campo dell’Oil & Gas è sicuramente la formazione. WadeFX ad esempio usa la realtà aumentata per generare piattaforme tridimensionali che siano interattive per gli utenti. Questo significa che i lavoratori delle piattaforme possono familiarizzarsi con l’ambiente di lavoro prima ancora di avervi messo piede, mentre le compagnie che usano questa tecnologia possono simulare situazioni di emergenza per formare adeguatamente il proprio personale. Questo tipo di simulazione consente uno stile di apprendimento molto più pratico di quello dei libri e dei video, e permette un’opzione più interattiva della realtà virtuale, che sostanzialmente porta l’utente all’interno di un ambiente in 3D senza però permettergli di interagire adeguatamente.

Non solo. Il principale vantaggio per la formazione nel campo dell’Oil & Gas è forse l’insegnamento in loco, appunto potenziato attraverso la tecnologia aumentata: distribuendo tablet e occhiali smart negli ambienti di lavoro, le compagnie Oil & Gas offrono ai loro dipendenti una formazione sul lavoro in un contesto più sicuro e più efficiente, senza bisogno di tanta supervisione. GE sta lavorando alla realizzazione di un manuale per la manutenzione di un’area petrolifera con un software di realtà aumentata, che la compagnia spera sostituirà i manuali di manutenzioni a stampa. Il software su cui sta lavorando GE è una app che può essere usata su un tablet ed è totalmente interattiva e aggiornabile. L’app per il manuale di  manutenzione usa la fotocamera del tablet per identificare quale tipo di strumento ha davanti, permettendo a chi guarda di vedere le procedure di installazione e manutenzione tutte mostrate in 3D. Il vantaggio fondamentale del training in loco è che non c’è bisogno di sospendere la produzione, il che significa che i costi normalmente attribuiti alla formazione di nuovo e vecchio personale sulle attrezzature sono ridotti in maniera considerevole.

Il potenziale della realtà aumentata non si limita solo alla formazione e alla manutenzione. Il personale dell’Oil & Gas che indossa o usa dispositivi in realtà aumentata è anche in grado di ricevere sequenze di dati e informazioni mentre lavora. I vantaggi sulle piattaforme petrolifere sono evidenti: quando si lavora in condizioni ambientali che possono cambiare velocemente, sarebbe importantissimo avere display digitali in diretta davanti agli occhi.

Il boom del mercato della "Realtà aumentata"
Il potenziale della realtà aumentata non si limita solo alla formazione e alla manutenzione. Il personale dell’Oil & Gas che indossa o usa dispositivi in realtà aumentata è anche in grado di ricevere sequenze di dati e informazioni mentre lavora

Questa tecnologia sta procedendo molto rapidamente e alcuni produttori hanno già deciso se lavorare su prodotti per il mercato dei consumatori o per le industrie. Stando ad un articolo di VentureBeat, l’ Osterhout Design Group, noto come produttore di occhiali per la visione notturna, ha scelto di produrre una versione professionale per le aziende dei suoi occhiali R-7 in realtà aumentata (al costo di $2.750), piuttosto che semplificare la tecnologia con una versione a 1.000 dollari per il mercato consumer.

In futuro questa azienda intende comunque rivolgersi al mercato di massa, ma è evidente che i produttori vedano un’ iniziale potenzialità sul fronte industriale più che su quello commerciale. La tecnologia della realtà aumentata non potrà che evolvere, così come aumenterà la sua presenza nel settore Oil & Gas. Uno dei progetti di più alto profilo è invece il DAQRI Smart Helmet, che è stato disegnato proprio per uso industriale. Il casco, che funziona anche come casco di protezione, è dotato di processore e telecamera Intel. “Il DAQRI Smart Helmet è stato creato da un team di ingegneri con un background esteso nella produzione, la creazione e la computer vision con specifico riferimento all’attività industriale”, spiega Brian Mullins,, fondatore e CEO. “Ogni sua caratteristica, dal visore a scomparsa alla batteria con una carica prolungata, è stata creata ad hoc per dare a chi opera in diversi contesti industriali un prodotto che non solo faciliti il lavoro, ma sia anche più sicuro e efficace”.

Una delle caratteristiche più accattivanti del casco è la sua capacità di dare a chi lo usa una “visione a raggi X” permettendo di vedere  in tempo reale il funzionamento interno di un elemento, il che consente agli ingegneri di diagnosticare dei problemi senza dover aprire il supporto esterno.

La visione a raggi X può sembrare un gadget da supereroe piuttosto che un vero e proprio strumento industriale, ma questi progressi mostrano come la realtà aumentata è solo una delle diverse tecnologie che porteranno l’Oil & Gas verso un futuro innovativo, connesso ed affascinante.

 

LEGGI ANCHE: L’occhio bionico di Corrado Paolucci

informazioni sull'autore
Peter Ward