Human About Gas

“7 cose che ho imparato in piattaforma”

 By Corrado Paolucci
About gas

L’emozione della prima volta e il mare aperto difficilmente si dimenticano. Ma per dribblare subito il pathos che incombe, ecco una serie di brevi flash per raccontare ciò che ho sentito e visto dal vivo salendo sulla Garibaldi C, al largo di Marina di Ravenna. La premessa è che fino ad ora il mondo offshore lo avevo “solo” conosciuto in modalità intermediata…

1) Il metano ti dà una mano. Le piattaforme di quello che è chiamato il Distretto Centro Settentrionale (DICS) provvedono, ad oggi, a circa il 4% del fabbisogno italiano di gas.

2) A casa nostra. Il gas estratto nell’offshore ravennate viene definito a “km zero” ed è metano puro al 99% senza contenuto di zolfo.

3) Nostalgia in squadra. Sulla piattaforma Garibaldi C vivono e lavorano 15 persone con turni da due settimane. Gli manca un po’ casa ma è un’occasione per creare affiatamento e fare team: qui, senza gioco di squadra, non si va da nessuna parte.

4) Le cozziere nere. Attaccate alle gambe delle piattaforme crescono un gran numero di cozze che vengono raccolte e commercializzate in tutta Italia, a partire dalla riviera romagnola. Parliamo di circa 30 quintali di mitili (buonissimi) raccolti ogni giorno. E… sì, lo ammetto, le ho anche mangiate!

5) La casa del gas. Le teste pozzo, alias scultura d’arte contemporanea fatta di tubi e valvole di sicurezza dove passa il metano estratto per arrivare, dopo un lavoro di separazione tra acqua e gas, alla piattaforma di compressione, in questo caso la Garibaldi K. L’ultimo stadio prima di approdare alla centrale di terra.

6) È naturale. Il Campo Garibaldi, a largo di Marina di Ravenna, conta 35 piattaforme offshore dedicate all’estrazione di gas naturale. La prima scoperta di gas a mare in quest’area risale al 1960. Nello stesso anno sono nati Maradona, Bono Vox e Ayrton Senna… memorabile!

7) Le ali della libertà: le piattaforme sono molto gradite ad una certa tipologia di ospiti a cui piace scrutare romanticamente l’orizzonte.

LEGGI ANCHE: I giganti dell’Adriatico di Marco Alfieri

informazioni sull'autore
Corrado Paolucci
Executive Assistant of Communications Director & Digital Communications Specialist, Eni