Human

#EniRecord

 By Eniday Staff

Eni nell’ultimo triennio è cambiata molto per rispondere alle sfide del mercato e affrontare i tre grandi shock che hanno investito il settore dell’energia: il crollo dei consumi di gas in Europa; il calo della domanda di petrolio e del margine di raffinazione; la caduta del prezzo del greggio. Davanti a questo tsunami c’erano due strade: tagliare gli investimenti e i posti di lavoro oppure avviare un processo di trasformazione dell’azienda. Eni ha deciso di imboccare la seconda strada. In controtendenza. Ha trasformato l’azienda da un conglomerato in una società oil&gas integrata; ha ristrutturato il mid-downstream per recuperare redditività; e soprattutto ha rafforzato il business upstream puntando sull’esplorazione, il settore chiave di Eni, per renderlo competitivo anche in uno scenario di prezzi bassi. A differenza delle altre major che hanno scelto di “comprare” giacimenti invece che trovarli attraverso l’esplorazione. Questo longform racconta la grande trasformazione di Eni nell’ultimo triennio. Un cambiamento strutturale, frutto di un processo di trasformazione del modello di business, che ha consentito all’azienda di ridurre la neutralità di cassa (il livello in cui il flusso operativo permette di ripagare gli investimenti) da 127 dollari al barile nel 2013 ai 46 di oggi.

Buon viaggio, con #EniRecord                                                                                                      

                                                                INIZIA 

informazioni sull'autore
Eniday Staff