Sparks

Protezione pipelines

 By Peter Ward

Le pipelines richiedono costante attenzione. In località pericolose, sono i primi obiettivi di attacchi terroristici e in aree remote, perdite e rotture sono difficili da tenere sotto controllo. Fortunatamente, l’imaging termico sta fornendo una soluzione…

Lo scorso ottobre, e ancora a novembre, un gruppo militante nigeriano ha attaccato delle pipelines all’interno del paese africano. In un caso recente, il gruppo ha fatto brillare degli esplosivi su una conduttura nelle insenature dell’area sud ovest di Warri. Il gruppo ha rivendicato la responsabilità per entrambi gli incidenti facendo sapere che sta pianificando altri attacchi. Questo è solo un esempio dei tipi di attacchi programmati contro le pipelines e ha il merito di ricordarci perché la sicurezza deve essere strettamente collegata alle infrastrutture del petrolio e del gas.

Una soluzione è quella di posizionare delle fotocamere termiche per proteggerle. Un esempio del genere sono le telecamere Electro Optical Industries Spynel, che sono sistemi di imaging termico a 360 gradi. Le telecamere termiche sono in grado di fornire precocemente avvisi di intrusione su una serie di obiettivi, come uomini, barche, droni e aerei nascosti. L’imaging termico è anche usato per essere sicuri che le condutture non abbiano perdite di gas o olio. Le pipelines sono spesso poste in aree sotterranee o remote dove non ci sono strade. Ciò significa che la tecnologia utilizzata per controllare i tubi deve essere facile da usare e mobile. Una soluzione individuata, ad esempio, è quella di combinare sistemi di imaging termico con i droni.

Un esempio di ispezione di pipeline con la tecnica dell'imaging termico

In questo modo l’operatore è in grado di controllare il drone da una posizione sicura riuscendo a coprire aree di grandi dimensioni. Una fotocamera tradizionale può rilevare solo fino ad un certo punto ed è qui dove si giustifica l’investimento per le fotocamere termiche: questi tipi di telecamere sono in grado di rilevare qualsiasi difetto e registrare le radiazioni termiche degli oggetti. Le fotocamere termografiche aumentano anche la sicurezza dei lavoratori che cercano perdite; con queste telecamere, infatti, sono in grado di scansionare le emissioni senza dover entrare in zone potenzialmente rischiose.

FLIR Systems ha recentemente presentato una telecamera ottica a gas per l’industria del petrolio e del gas, progettata per essere utilizzata in atmosfere potenzialmente esplosive. “Con il recente rafforzamento della normativa sul metano sia negli Stati Uniti che a livello mondiale, i produttori di petrolio e gas hanno bisogno di un modo veloce e sicuro di individuare e di immaginare eventuali emissioni di gas”, ha dichiarato Andy Teich, presidente e CEO di FLIR. “Con la capacità di mantenere i lavoratori sicuri e di identificare gas ad effetto serra come il metano, il GFx320 rappresenta un altro esempio cruciale della tecnologia di FLIR per proteggere vite e preservare l’ambiente.”

LEGGI ANCHE: Al riparo dal cyber crimine di Chris Dalby

informazioni sull'autore
Peter Ward