Sparks Economia circolare

L’economia circolare va in hotel

 By Livia Formisani
Economia circolare

È possibile, per un hotel di lusso, aderire ai principi dell’economia circolare senza rinunciare a un’esperienza di lifestyle di altissima qualità? Qualcuno lo sta già facendo. Il QO Amsterdam ha creato un nuovo tipo di destinazione concepita, strutturata e realizzata per essere sostenibile secondo i criteri della certificazione LEED Platinum – una delle più stringenti al mondo per l’edilizia ecocompatibile…

Entrando in una camera del QO, l’aspetto che colpisce di più è l’impronta naturale degli spazi. Le finiture in pietra e legno sono impreziosite da delicate sfumature dorate, che esaltano le tonalità terrose dei materiali creando un’atmosfera di pace e relax. Le vetrate a tutta altezza permettono di sfruttare al meglio la luce solare, che rappresenta l’80% dell’illuminazione dell’hotel. Allo stesso tempo, i 1.638 pannelli termici integrati nella facciata reagiscono autonomamente alle condizioni climatiche (e alla presenza degli ospiti) per ottimizzare la coibentazione e minimizzare il fabbisogno di riscaldamento: una peculiarità che è valsa all’hotel la definizione di “edificio vivente”.

QO-hotel-lusso-economia-circolare
L'area di reception dell'hotel di lusso QO (qo-amsterdam.com)

Lusso sostenibile ed economia circolare

Di fatto, la progettazione del QO è basata da cima a fondo sull’impiego circolare e sostenibile delle risorse. I materiali edili provengono quasi interamente da località vicine: il calcestruzzo che sorregge la struttura è ricavato per il 33% dai resti di un grattacielo demolito ad Amsterdam. I filati con cui sono intessuti i tappeti dell’hotel provengono al 100% da reti da pesca riciclate, anch’esse di origine locale. Gli ingredienti delle pietanze servite al ristorante e al bar sul tetto provengono dalla serra dell’hotel e da aziende agricole locali; perfino gli asciugamani provengono dalla propria zona.

QO-hotel-lusso-economia-circolare
Persijin, il ristorante del QO (qo-amsterdam.com)

Lo scopo di un sistema basato sull’ economia circolare è quello di ridurre il più possibile il consumo di risorse, riutilizzando tutto ciò che è disponibile e riducendo al minimo gli sprechi. In tema di gestione dell’acqua, una delle risorse più critiche per qualsiasi hotel, il QO soddisfa standard decisamente elevati. Le acque grigie, ad esempio – tutte quelle provenienti da docce e lavandini – vengono reimpiegate nelle cassette di risciacquo delle toilette, abbattendo il consumo idrico complessivo di un ragguardevole 42%. L’acqua riscaldata dal sole estivo viene immaganizzata a 70 metri di profondità per l’uso invernale, mentre l’acqua fredda è usata per abbassare la temperatura delle camere in estate. Il 100% dell’energia dell’edificio proviene da fonti rinnovabili, in particolare dai parchi eolici olandesi.
Allo stesso tempo, l’hotel non rinuncia a offrire i servizi tipici di una catena di lusso, tra cui un’area wellness e fitness, spazi creativi e multifunzionali per eventi e convegni, il bar sul tetto Juniper & Kin e il ristorante Persijn, che propone piatti tipici della cucina olandese. Inaugurato ad aprile del 2018, il QO Amsterdam si è già aggiudicato una serie di riconoscimenti, tra cui l’Hotel Property Award 2018, l’AHEAD Award 2018 per la categoria Best Urban Hotel – Newbuild e il FRAME Sustainability Award 2019.

QO-hotel-lusso-economia-circolare
Juniper & Kin, il bar sul tetto del QO Amsterdam (qo-amsterdam.com)

“Vogliamo che il QO si distingua dalle altre destinazioni improntate al lifestyle. Anziché chiedere agli ospiti di scegliere tra lusso e sostenibilità, vogliamo dimostrare che le due sfere sono perfettamente compatibili”, ha dichiarato Inge van Weert, General Manager del QO.

Una serra e un allevamento ittico

Ma il fiore all’occhiello del QO è senza dubbio la serra sul tetto, un sistema acquaponico circolare con annesso allevamento ittico. Le deiezioni e le carcasse dei pesci fungono da nutrimento organico per le piante, che hanno le radici immerse nell’acqua e che, a loro volta, purificano l’acqua per gli animali. Il risultato sono frutta, verdura, fiori e pesci che il ristorante e il bar panoramico impiegano come ingredienti per pietanze e cocktail, variando i menù in base ai prodotti di stagione disponibili giorno per giorno.

QO-hotel-lusso-economia-circolare
La serra con sistema di acquaponico sul tetto del QO (qo-amsterdam.com)

Alla luce di tutto questo, non stupisce che l’hotel si sia candidato per la certificazione LEED Platinum, una delle più stringenti e prestigiose rilasciate per l’edilizia ecosostenibile. I requisiti prevedono limiti ben definiti per quanto riguarda il volume di rifiuti prodotti durante la costruzione, l’inquinamento luminoso causato dalle opere di edificazione e le quantità di energia, acqua e altre risorse consumate in generale dall’edificio. Se il QO dovesse risultare conforme a tutti gli standard del livello Platinum, sarebbe il primo hotel in Europa a poter vantare di tale ambita certificazione.

GUARDA ANCHE: Energy Snack: nella città verde di Eniday Staff

informazioni sull'autore
Livia Formisani