Sparks

Sul cucuzzolo della montagna

 By Eniday Staff

Il cane a sei zampe dal 1980 si veste da sciatore e mette in palio una coppa. Il Trofeo della Neve è una manifestazione invernale organizzata da Eni che associa sport, natura e momenti conviviali, rafforzando il senso di appartenenza all’azienda e lo spirito di squadra tra i dipendenti. In che modo? Offrendo un’occasione di svago anche alle famiglie, con gare di sci e attività che cementano le diverse realtà lavorative. Quest’anno il trofeo si è svolto a Moena ed è stato un momento unico di aggregazione, un vero “team building” che a livello europeo rappresenta uno degli eventi aziendali con maggior partecipazione…

(I vincitori della gara di fondo)

L’organizzazione del trofeo in questi ultimi anni ha voluto affiancare alle classiche gare di fondo e slalom di categoria, anche lo snowboard, specialità molto seguita dai giovani, quale esempio di come il trofeo sappia adeguarsi ai cambiamenti rinnovandosi, non perdendo di vista anche i momenti storici dell’azienda, ottimizzandone costi e tempi puntando nella progettazione esclusivamente sulle risorse e competenze interne.

Mentre in passato a salire sul podio era la società e/o il comparto vincitore (es. Versalis, Upstream…) da quest’anno il trofeo viene aggiudicato ai best performer celebrando così la centralità della persona e le sue eccellenze all’interno dell’evento, modello del concetto di unica Eni.

E’ talmente forte l’appeal dell’evento che alcuni dipendenti di Snam e Saipem, ora non più Eni, raggiungono gli ex colleghi nella località dell’evento per trascorrere un periodo di ferie insieme.

Durante questi anni il trofeo ha avuto il privilegio di avere apripista di eccellenza alle gare come Presidenti e Amministratori Delegati di Eni e delle società oppure ospiti nella serata finale per premiare i vincitori, occasione eccezionale per avvicinare i vertici ai colleghi delle sedi periferiche o esteri.

Pericolo cadute...
Occhio a non inforcare...

In questi anni sono stati tanti i momenti e gli aneddoti che hanno animato il trofeo; uno per tutti : un Amministratore Delegato prima della consegna del trofeo a Brunico concluse il suo breve speech dicendo: “…bene, la ricreazione è finita, lunedì tutti al lavoro!”

La selezione della località dove organizzare l’evento avviene attraverso una particolare valutazione in quanto la scelta deve rispettare alcuni criteri fondamentali, questi i principali : essere facilmente raggiungibile in auto o in bus dai poli industriali Eni, avere una  buona ricettività alberghiera, prezzi competitivi, una struttura polivalente adeguata ad ospitare centinaia di persone e la segreteria organizzativa, piste per le gare vicine e  parallele e un parterre raggiungibile anche a piedi dagli accompagnatori.

Piccoli campioni crescono...

La struttura tradizionale del trofeo prevede inoltre che a una delle serate partecipi un “campione”  che racconti il suo percorso sportivo e come si diventi, attraverso sacrifici e sudore, un’eccellenza sportiva. Negli anni 90, hanno condiviso le loro esperienze al trofeo della neve campioni come Fiona May, Piero Gros, Franco Nones, Tony Valeruz e Manolo sino a Yuri Chechi, Antonio Rossi, Deborah Compagnoni, Cristian Ghedina, la squadra di Rugby dell’Aquila e i campioni paraolimpici…

Un breve spettacolo precede, nella serata finale la consegna dei trofei. Negli scorsi anni dove la percentuale degli stranieri era molto limitata il trofeo ha ospitato cantanti, artisti, comici cabarettisti come Aldo Giovanni e Giacomo che, reduci dal successo di Tre uomini e una gamba, presentarono a Bormio in anteprima il loro spettacolo, “Tel chi el telùn”.

Aldo, Giovanni e Giacomo in "Busto Garolfo Cops" (tratto da Tel chi el Telùn)

Negli anni successivi invece si è optato per un linguaggio artistico più universale, funamboli, mimi e acrobati come Kataklò, Farfadais, Al Ani, Casanova….

Il trofeo della neve ha un obbiettivo intrinseco: riservare al dipendente un clima d’interazione, istituendo il senso di unità, di far parte di un gruppo.

tagged in
informazioni sull'autore
Eniday Staff