Talks

Dove sgorgano acqua e energia

 By Ginevra Mancinelli

Bere acqua incontaminata, informarsi su quello che succede nel mondo (e nel proprio paese), poter conservare correttamente vaccini e medicinali, leggere anche quando il sole tramonta: sono azioni quotidiane in occidente, considerate “normali”…

L'accesso a energia e acqua - Eni in Angola

Nei paesi cosiddetti sviluppati non si fa caso alla quantità di attività che dipendono dall’energia e dall’acqua, da sempre considerate come qualcosa di ovvio, scontato. In alcune zone del mondo, però, e mi riferisco in particolare all’Africa, queste sono considerate dei privilegi riservati a pochi, e sarà così ancora per un po’ di tempo.
In base a quanto riportato nel rapporto “Energy Access Outlook: from Poverty to Prosperity”, nel 2030 nell’Africa subsahariana ci saranno circa 600 milioni di persone prive di energia elettrica, in particolare nelle aree rurali.

Ma qualcosa sta cambiando…

In Angola, Eni insieme alla Concessionaria Sonangol, a Sonangol Pesquisa e Produção (P&P) e SSI, e grazie al supporto dell’ONG ADPP (Ajuda de Desenvolvimento de Povo para Povo) ha realizzato un impianto solare e idrico a Kamupapa, nella provincia rurale di Namibe.

Energia e acqua per un’intera comunità

Nella video intervista, Andrea Giaccardo, Managing Director di Eni Angola, ci ha spiegato come è nato il progetto; raccontando la sua esperienza, le emozioni che questa iniziativa gli ha regalato e, soprattutto, le opportunità e i vantaggi che sta portando agli abitanti della zona.
Insomma, la strada è ancora lunga ma vedendo quello che è già stato realizzato la direzione intrapresa sembra proprio quella giusta.
Non solo sistemi idrici ed energia, lo sviluppo passa anche per la formazione. Eni Angola, nel suo progetto, ha previsto anche dei corsi, come quelli per la manutenzione degli impianti, per garantire il corretto funzionamento delle strutture in completa autonomia, e delle attività di sensibilizzazione legate alla salute e all’agricoltura.
Dai bambini delle scuole agli infermieri dei centri sanitari locali, i beneficiari del progetto sono circa 60mila, distribuiti tra i comuni di Bibala, Gambis e nella provincia di Namibe.

acqua-energia-solare-kamupapa
L'impianto solare a Kamupapa, provincia rurale di Namibe, nell'ambito del progetto di Eni in collaborazione con gli stakeholder locali

Non ci sono dubbi, si tratta di un cambiamento radicale. L’impatto sulla comunità è stato tanto considerevole da poterlo percepire ovunque: intorno al lavatoio, tra i banchi delle scuole, nella sala d’aspetto del centro sanitario.

Con l’elettricità adesso abbiamo i nostri vaccini e altre medicine che devono essere ben conservate, e le consegne di notte sono eseguite senza problemi

Antonio Tomas
infermiere presso il Ndongue Health Post

Le medicine sono difficili da reperire, ancora più difficili da conservare quando nel momento più freddo dell’anno la temperatura si ferma a 15 gradi centigradi. Per sopperire alla mancanza di elettricità, Maria, infermiera presso il Mangueiras Health Post, doveva utilizzare dei pacchi di ghiaccio dentro buste termiche per conservare i vaccini, “e c’era sempre la rottura dello stock di vaccini a causa della mancanza di energia elettrica”.

acqua-energia-solare-kamupapa
Maria, infermiera presso il centro sanitario "Mangueiras Health Post"

Anche nella scuola locale c’erano grandi difficoltà, ma adesso le cose sono diverse, come testimonia la Signora Martins:

Prima gli studenti non erano molto motivati a venire a scuola, ma con il sistema solare che è stato installato le cose sono cambiate e le adesioni sono cresciute: vogliono passare tutto il tempo qui a scuola!

Mrs. Luisa Martins
insegnante della scuola di Mangueiras

Elettricità significa avere la luce anche di notte, una refrigerazione continua per preservare i farmaci, computer e stampanti funzionanti all’interno della scuola, a portata di mano, senza dover fare chilometri. Per alcuni significa vita.

acqua-energia-solare-kamupapa
L'energia ora è garantita anche di notte

Piccoli ma significativi passi avanti

Prendiamo la salute, ad esempio, che fino allo scorso anno rischiava di essere compromessa ogni giorno a causa delle acque contaminate. Oggi, grazie all’impianto idrico realizzato, non è più così. Oggi nella provincia di Namibie, a Kamupapa, esiste un pozzo, un lavatoio, un abbeveratoio per animali e anche un sistema di disinfezione dell’acqua.

acqua-energia-solare-kamupapa
Acqua pulita: un passo verso una qualità della vita diversa e dignitosa

Ma questo passo in avanti significa già molto per le comunità di queste zone. Gli sguardi felici delle mamme che guardano le loro bambine andare a scuola, perché le ore prima spese alla ricerca dell’acqua, adesso sono impiegate per costruirsi un futuro migliore. La soddisfazione di un’insegnante con la classe piena e fogli in mano pronti per essere distribuiti ai ragazzi. Gli occhi e i sorrisi sono la ricompensa più grande.

Adesso abbiamo l’elettricità e l’acqua nelle nostre case, qualcosa che era solo un sogno e che adesso è diventato realtà

Mr. Americo Hungulo
insegnante della scuola di Kamupapa

LEGGI ANCHE: HALO Trust: studiare senza paura di Helen Broadbridge

informazioni sull'autore
Ginevra Mancinelli