Talks

Le idee che trasmettono energia

 By Alessandro Di Bacco

Dogliani, provincia di Cuneo, dove presente e futuro di media e TV saranno analizzati e discussi per quattro giorni (3-6 maggio 2018) da chi questo mondo lo vive ogni giorno…

Vi presentiamo il “Festival della TV e dei Nuovi Media” edizione 2018, evento cardine del nuovo universo dei media in Italia, costellato da incontri e dibattiti alternando protagonisti affermati e autori, editori tradizionali e professionisti dell’universo multimediale, produttori e star del piccolo schermo.
Questa edizione del festival è strutturata all’insegna del tema #Leideecontano, l’obiettivo è quello di riflettere sulla creatività, mettendo in risalto quelle iniziative di successo che si basano spesso su un pensiero alternativo. Analizzare i cambiamenti e le nuove frontiere nel mondo dei media, scoprire in che modo la creatività e le idee emergenti rispecchiano la società a cui si rivolgono e quali sono, dunque, i target per le emittenti tv e i nuovi media. Un mondo in costante e repentino cambiamento, il quale, per essere compreso appieno, richiede una conoscenza approfondita di tutti i mezzi tecnologici moderni e di come questi vengono interpretati e utilizzati dal pubblico.

Eni comunica energia

Eni sarà presente al “Festival della TV e dei Nuovi Media” con uno spazio espositivo per raccontare come l’azienda utilizza, accresce e monitora i propri media digitali, diventati ormai parte integrante di un’efficace strategia comunicativa aziendale. Allo stand i visitatori potranno approfondire tre tematiche fondamentali dell’azienda: la strategia per un futuro a basso impatto di carbonio, i progetti di sostenibilità in Africa e la trasformazione digitale. L’obiettivo è mostrare come il cane a sei zampe racconta e distribuisce contenuti sia su canali propri che esterni, monitorando l’impegno e le iniziative che porta avanti su queste tematiche.

In attesa che si accendano i riflettori sul festival, ecco qualche anticipazione…

Eni propone la propria visione di un futuro low carbon credendo fermamente nelle potenzialità delle fonti rinnovabili con il gas naturale a condurre la fase di transizione dai combustibili fossili all’energia pulita per evitare il dannoso impatto che ha e continuerà sempre più ad avere la massiva immissione di CO2 nell’atmosfera. Un cambio di direzione intrapreso dalle più grandi società petrolifere, riconoscendo l’enorme potenziale che offrono le rinnovabili grazie alla sempre più elevata competitività che le iniziano a mostrare nei confronti dei fossili.
Un argomento di tale importanza non può essere trascurato dalla comunicazione, infatti è stato affrontato ampiamente su Eniday anche tramite l’interessante serie di racconti animati “La storia della CO2.

Il gas naturale - Verso un futuro low carbon

Un futuro a basso impatto di carbonio passa anche attraverso il concetto di sostenibilità, avanzamento tecnologico in aree del pianeta in via di sviluppo e garantire energia per tutti nel rispetto di culture differenti e dell’ambiente:

The light of Congo

Dulcis in fundo la trasformazione digitale, concetto essenziale per l’industria energetica. Eni, nel Green Data Center di Ferrera Erbognone, avvia il suo nuovo HPC4 (High Performance Computing – layer 4) grazie al quale vengono avviati sofisticati programmi di calcolo dedicati all’elaborazione dei dati provenienti dal sottosuolo:

Abbiamo avviato il supercomputer HPC4

Ampio spazio sarà dato anche ai Big Data: per Eni, i dati servono a orientare la comunicazione contribuendo a trovare le “parole giuste” in un mondo in cui l’attenzione dei propri interlocutori è, al tempo stesso, il bene più scarso e più importante. L’azienda, grazie al suo Data Lab, ha la possibilità di misurare l’efficacia della propria comunicazione e di guidare la produzione di contenuti specifici e non autoreferenziali, in grado di cogliere gli interessi reali e di soddisfare le esigenze conoscitive delle persone.

Questo festival è un appuntamento imperdibile per qualsiasi professionista o appassionato, quattro giorni colmi di informazioni sul futuro che ci aspetta nell’ambito di media e cultura, cultura che è da sempre per Eni un importante veicolo di sviluppo degli individui e delle comunità perché permette di stare al passo con i tempi, elementi che sono alla base della ricerca scientifica e della tecnologia e che l’azienda continua a perseguire.

LEGGI ANCHE: Ravenna e il festival dell’energia di Gabriella Galloro

informazioni sull'autore
Alessandro Di Bacco