Talks

La scienza di Piero, conoscenza per tutti

 By Ilaria Cesanelli
Il genio scientifico è la capacità di restare sorpresi

Henri Poincaré

A più di tre anni dalla fondazione di Eniday, nato con il desiderio di raccontare il fascino nascosto nel mondo della ricerca, l’innovazione e l’energia, abbiamo intervistato Piero Angela, il pioniere italiano della divulgazione scientifica, in occasione del Focus Live, festival di scienza della rivista…

Passione, informazione, curiosità. Questi alcuni degli ingredienti indispensabili per una comunicazione efficace, secondo il giornalista e presentatore tv che ha collezionato negli anni 10 lauree honoris causa, 39 libri pubblicati, 7 telegatti di cui uno alla carriera… e che ha persino un disco al pianoforte in cantiere.
“La noia è il peggior nemico della cultura”, ci ha confidato.
Bizzarro, per un uomo -classe 1928- che non si è mai adeguato ad abbassare il livello e il taglio degli argomenti trattati, in un’epoca che sembrerebbe disincentivare l’abitudine dell’approfondimento.
È possibile intrattenere e coinvolgere il grande pubblico in quella che lo stesso Angela definisce come “il piacere più grande che ci sia”: la conoscenza?
I numeri (e l’affetto di chi lo incontra e lo segue) direbbero di sì.

Abbiamo dunque provato a carpire il suo segreto

Una chiacchierata con Piero Angela

LEGGI ANCHE: Le idee che trasmettono energia di Alessandro Di Bacco

festival-TV-dogliani

informazioni sull'autore
Ilaria Cesanelli
Nasce biologa e cresce giornalista. Approda in Eni dopo tre anni a Gerusalemme come video reporter e varie esperienze nel mondo della televisione. Convinta, come Michael Ende, che “ogni vera storia sia una Storia Infinita”.