Talks

A Rimini per imparare a salvare il pianeta

 By Eniday Staff

Anche quest’anno Eni è presente al Meeting per l’Amicizia tra i popoli di Rimini. Il tema di quest’anno: “Quello che erediti dai tuoi padri, riguadagnatelo, per possederlo” e il bene più grande che abbiamo ereditato è il nostro Pianeta. In stile Eniday vi raccontiamo il nostro impegno nella lotta al cambiamento climatico, tra interviste ad esperti e giochi educativi per i piccoli…

Esiste davvero qualcosa che abbiamo ereditato dai nostri padri che dobbiamo riguadagnare per possederla? E per farne cosa? Queste sono le domande che quest’anno ci siamo posti per rispondere al tema proposto dal Meeting di Rimini che anche quest’anno ci vede partner con un nostro spazio espositivo.
La risposta, nella sua semplicità, è arrivata immediatamente: il nostro pianeta. Ecco la cosa più importante che abbiamo ereditato dai nostri padri e che dobbiamo custodire gelosamente e salvaguardare, per regalarlo alle generazioni future.

Nessuno scienziato oggi è in grado di dirci, anche nello scenario peggiore di un aumento della temperatura di 6 °C, come cambierà la geografia della Terra e la nostra presenza sul pianeta.

Un bellissimo video realizzato dal National Geographic presenta una panoramica dei possibili scenari futuri

Oggi ci troviamo di fronte a un bivio e tutti siamo chiamati a fare la nostra parte: dalle singole persone alle grandi aziende. Ed Eni ha risposto concretamente a questo appello, promuovendo un nuovo modello di business a minor impatto carbonico per la promozione di un mix energetico basato sul gas naturale come energia ponte da affiancare allo sviluppo di fonti di energia alternativa.
Navigando tra le nostre pagine, in italiano e in inglese, potete trovare le numerose storie attraverso le quali vi abbiamo raccontato l’impegno nostro e di altre aziende leader nel settore energetico, insieme a quello di intere comunità (soprattutto all’estero), verso un futuro più sostenibile.
La Rotonda Hall Sud di Rimini, animata da Eniday attraverso un racconto interattivo, articolato su quattro aree tematiche, uno schermo gigante, una redazione live per stimolare i visitatori a una riflessione concreta sul tema del cambiamento climatico, con racconti interrativi a seconda del pubblico di riferimento.

Si parte dai video, in cui Federico Taddia ci racconta in un modo tutto nuovo alcune emozionanti storie presenti sul nostro blog. Dall’accesso all’energia per Dadaab, il più grande campo profughi al mondo.

"E luce fu", Federico Taddia per Eniday al #meeting17 | Eni Video Channel
"Un ponte chiamato gas", Federico Taddia per Eniday al #meeting17 | Eni Video Channel

E a come catturare il sole nei luoghi più impensati, come i parcheggi dei centri commerciali o degli stadi… moderni centri aggregatori per le famiglie.
Infine, direttamente dal nostro Centro Ricerche per le Energie Rinnovabili e l’Ambiente, Taddia ha raccontato il nostro impegno per produrre biocarburanti dai rifiuti.

"Catturare il sole", Federico Taddia per Eniday al #meeting17 | Eni Video Channel
"Come natura crea", Federico Taddia per Eniday al #meeting17 | Eni Video Channel

E mentre i più grandi perdono qualche minuto per questi brevissimi video, i più piccoli possono giocare! Come non perdere l’occasione di costruire una pipeline intelligente, individuare le coppie opposte sul tema dell’accesso all’energia, costruire una casa completamente autosufficiente dal punto di vista energetico utilizzando veri pannelli solari e scoprire, quindi, la differenza tra OPV e LSC. Infine una grande pista di biglie ci permetterà di scoprire cosa c’è dietro la raccolta differenziata dei rifiuti.

E se il nostro modo di raccontare vi piace, non vi perdete le interviste che la redazione farà agli ospiti che si avvicenderanno nel corso della settimana che verranno rilanciate in diretta sul grande schermo gigante.

LEGGI ANCHE: Piadina offshore di Marco Alfieri

informazioni sull'autore
Eniday Staff