Talks

I volti di Eni

 By Gabriella Galloro

Adoro i luoghi di transito, come metropolitane, aeroporti, stazioni ferroviarie. Quei non-luoghi in cui le persone sono in viaggio, alcune già immerse in quello che li aspetterà all’arrivo – qualsiasi esso sia – altre intente a gustarsi il percorso. Fin da piccola mi è sempre piaciuto osservare i viaggiatori, immaginarmi chi sono e dove stanno andando dai dettagli, più o meno evidenti, e cucir loro addosso una storia… alcune volte, poi, come accade solo nei film, è capitato di fermarmi a parlare con qualcuna di queste persone e un volto si è trasformato in qualcosa di più…

I Volti di Eni - Trailer

Quando sono entrata per la prima volta in Eni, l’atrio del palazzo in cui lavoro mi è sembrata una grande stazione della metropolitana, nell’orario di punta! Tutti impegnati a raggiungere le proprie postazioni, alcuni di fretta (forse per qualche scadenza incombente), altri con un incedere più calmo, per finire un’ultima chiacchierata prima di cominicare a lavorare. Dopo quasi dieci anni, in verità, provo la stessa emozione.
Alcuni dei protagonisti di quella che è una energy company impegnata nello sviluppo e nella ricerca di nuove fonti di energia passano da lì. Tutti impegnati a contribuire al raggiungimento di quei risultati che poi noi, che lavoriamo nella comunicazione esterna, rendiamo pubblici al mondo. “Nuova scoperta nell’Offshore dell’Egitto”, “aggiudicato blocco esplorativo ad alto potenziale nell’offshore argentino”: sono solo titoli e parole se dietro non avessero delle storie, quelle delle persone che a quei progetti lavorano, anche a volte a scapito della loro vita familiare perché “è difficile dormire se sai che il pozzo sta facendo qualcosa”.
Quest’ultima frase è la sintesi perfetta per raccontare il progetto che vi presentiamo oggi: “I volti di Eni”. Perché quello che vedrete in queste storie, in effetti, sono i racconti di alcuni colleghi che hanno accettato di condividere con noi parte del loro vissuto personale, che si intreccia con la storia di Eni. Vi porteremo a Taranto, passando per Milano, andremo a Pavia nel cuore del nostro HPC4 e ci ritroveremo a correre con una moto in un circuito professionale. Andremo a Novara in uno dei nostri centri di ricerca e scopriremo che mentre si trova la soluzione giusta per un progetto, tra provette e microscopi può nascere anche l’amore. E poi vi racconteremo delle passioni, quelle di un bambino che amava andare nei boschi a osservare le rocce che oggi, da geologo, gli raccontano storie lunghe milioni di anni.
Vogliamo presentarvi Alessandra, Claudia, Giuseppe, Francesca, Carlo… non prendeteli solo come nomi, sono le nostre persone: quelle che ogni giorno mettono tutto il loro impegno nel proprio lavoro, alcune accettando sfide (anche se con mille dubbi) che non avrebbero mai pensato di affrontare, altre sempre con la valigia in mano, ma ogni volta, in qualsiasi circostanza e in ogni parte del mondo, hanno trovato una famiglia. Perché anche questo è lavorare in Eni.

Scoprite i nostri volti su eni.com

LEGGI ANCHE: La sostenibile leggerezza dell’energia di Eniday Staff

tagged in
informazioni sull'autore
Gabriella Galloro
Vivo in un mondo di colore, tra fantasy e fantascienza, con un occhio alla realtà. E lavoro nella Media Production Eni.