Technology

L’efficienza è di casa

 By Paola Arpino

Negli ultimi tempi si sente parlare sempre più frequentemente di efficienza energetica (o efficientamento energetico) e il pensiero va in automatico al risparmio energetico come effetto della stessa…

In realtà stiamo parlando di due azioni entrambe importanti ma che si traducono in un gruppo di interventi distinti, mirati ad agire su fronti tra loro complementari. È il principio sul quale si basa il concetto di efficienza energetica che per definizione è il rapporto tra un risultato in termini di rendimento, servizi, energia e l’immissione di energia.

Efficientamento energetico versus risparmio energetico

Facendo un esempio pratico, un condizionatore impiega 2 ore a raggiungere la temperatura desiderata dall’utente se posto all’interno di un ambiente rivestito con infissi isolanti di ultima generazione; tuttavia, se lo stesso ambiente fosse dotato di infissi obsoleti e non isolanti, potrebbe volerci anche il doppio del tempo, con conseguente consumo maggiore di energia.
Un altro importante accorgimento per gli ambienti consiste nella sostituzione delle fonti luminose con sistemi maggiormente performanti come le lampadine a led.
Chi lavora in un ambiente illuminato da lampade a led ha una percezione della luminosità sensibilmente maggiore rispetto a chi opera, invece, in un ambiente illuminato da sistemi tradizionali.
Il led, infatti, è attualmente la migliore soluzione possibile per risparmiare sui costi dell’energia, aumentando contemporaneamente la prestazione luminosa all’interno delle aree di lavoro o negli ambienti domestici. Anche dal punto di vista del risparmio energetico, le lampade a led sono attualmente il top nell’ottica delle soluzioni per l’efficientamento energetico e il risparmio: si parla di consumi addirittura dimezzati.
Questa è la base dell’efficientamento energetico: mettere in atto delle soluzioni che utilizzino l’energia nel modo migliore. Cosa leggermente diversa è il risparmio energetico, il cui obiettivo è consumare meno. L’ora legale è per eccellenza l’esempio più noto di risparmio energetico: evita lo spreco di milioni di kWh.

efficienza-energetica

L’efficienza energetica nelle nostre tasche…

Le soluzioni tecnologiche proposte sul mercato sono tante e districarsi tra queste diventa per il singolo un’impresa difficile: è necessario avere almeno una minima conoscenza delle nuove apparecchiature, della tipologia dei materiali e delle normative che le regolano. Tutto questo può scoraggiare e allontanare chiunque sia intenzionato a intraprendere la riqualificazione energetica della propria casa o dell’edificio in cui vive o lavora (Osservatori.net).
Dal punto di vista individuale, la nostra principale attenzione al risparmio va sulla casa, perché oltre ad essere il nostro bene più prezioso è anche una delle voci principali di costo che pesa sul bilancio famigliare.
Ma va comunque considerato che ogni nostra piccola azione compiuta quotidianamente, se affrontata senza pensare al risparmio energetico, può produrre sprechi di energia e effetti dannosi per l’ambiente.

Soluzioni smart: usare meglio l’energia, per usarne meno

Nel corso del 2017 il mercato della Smart Home in Italia ha raggiunto i 250 milioni di euro, registrando una crescita del 35% rispetto al 2016. Sicurezza, gestione del riscaldamento ed elettrodomestici connessi trainano il settore.
L’espressione “smart home” (casa intelligente) si riferisce alla possibilità di gestire in automatico o da remoto gli impianti e i dispositivi dell’abitazione per il risparmio energetico, il comfort, la sicurezza dell’abitazione e delle persone al suo interno.

efficienza-energetica

Efficienza e risparmio: un’unione perfetta

Sulla base di questi dati, Eni gas e luce, azienda leader nel mercato dell’energia, spingendosi oltre allo storico ruolo di fornitore, ha deciso di cavalcare il trend della smart home offrendo al pubblico la scelta di portarsi in casa un servizio in grado di aumentare il proprio comfort con l’aggiunta di un ulteriore vantaggio: risparmiare sul consumo di energia. Ciò sarà reso possibile grazie alla collaborazione con Hive, azienda britannica leader nella realizzazione di una vasta linea di dispositivi connessi, innovativi, di elegante design e facile utilizzo.
Grazie anche alla forza di un brand capace di trasmettere fiducia a un vasto bacino di utenze, Eni gas e luce si propone nel ruolo di “energy advisor” offrendo un servizio di assistenza personalizzato che, attraverso una rete di tecnici specializzati, facilita le esigenze del cliente con l’installazione delle nuove soluzioni energetiche.

Il risparmio energetico a portata di mano…

Le strategie finalizzate a risparmiare energia riguardano sia la limitazione dei consumi che la loro ottimizzazione attraverso l’adozione di tecnologie più opportune. Nel primo caso dovremmo essere costretti a cambiare le nostre abitudini, nel secondo caso sfruttare il miglioramento delle tecnologie disponibili.
La possibilità di avere la propria abitazione sotto controllo, la comodità nello svolgere le attività di routine e il risparmio energetico sono i principali driver adottati dai consumatori del nuovo millennio (Osservatori.net).

efficienza-energetica

La crescita del mercato della Smart Home presenta un’offerta varia ed eterogenea: gli oggetti smart vengono acquistati per aumentare il livello di comfort e vivibilità nella propria abitazione aumentando la consapevolezza del consumatore verso il risparmio energetico, in particolare per quanto riguarda l’acquisto di prodotti come caldaie, impianti di riscaldamento, o termostati connessi a portata di click

LEGGI ANCHE: Quel genio della mia casa di Paola Arpino

smart-home

informazioni sull'autore
Paola Arpino
In viaggio con me stessa, attraverso Roma, Londra e Milano, nasco e mi riciclo accarezzando sempre un sogno…quello di scrivere.