Technology

L’energia formato Discovery

 By Eniday Staff

Abbiamo realizzato tre docu-film insieme a Discovery Channel e Magnolia, vanno in onda sui canali Discovery Italia, e raccontano il percorso di Eni verso un modello low-carbon…

Eccoci qua, di nuovo ad accompagnarvi in un viaggio all’interno del grande mondo Eni. Questa volta vi parliamo della nostra avventura con il gruppo Discovery e Magnolia per raccontare l’impegno del Cane a sei zampe verso un futuro low carbon, contenere le emissioni di CO2 e contribuire a contrastare i cambiamenti climatici.

Dar vita a questo racconto non è stato certo facile ma è stato appassionante. Sette mesi di lavoro intenso, specie per Gabriella (Galloro) e Alessandro (Corbetta) che lo hanno seguito quotidianamente, 4 pagine fitte fitte e 1.347 parole di brief, decine di video d’archivio recuperati e inviati a Discovery, una trentina di persone Eni coinvolte in tutto il percorso, che diventano 50 se contiamo anche tutti gli amici di Discovery e Magnolia che abbiamo conosciuto in questa avventura. Senza contare le lunghissime riunioni per stabilire cosa raccontare e come.

Finalmente a ottobre riusciamo a quadrare il cerchio e trasferire a Discovery quel che noi davvero viviamo quotidianamente. Ma questo non era ancora niente in confronto alla vera sfida: riuscire a trovare il modo più efficace per raccontare temi complessi a un pubblico (molto esigente) e (non ultimo) essere in onda a fine gennaio.

Un momento delle riprese al Centro Ricerche Eni per l'Energie Rinnovabili e l'Ambiente di Novara

Per questo motivo abbiamo scelto di intraprendere una strada nuova: realizzare un percorso a più voci raccontato direttamente da persone Eni, che stanno lavorando attivamente affinchè questi cambiamenti siano possibili e da chi, in qualche modo, li sta già vivendo.

Un viaggio all’interno del complesso ed eterogeneo universo del Cane a sei zampe che passa dal Centro Ricerche Eni per le Energie Rinnovabili e l’ Ambiente di Novara al Green Data Center di Ferrera Erbognone, dalla piattaforma Goliat in Norvegia alla raffineria di Gela fino ad arrivare in Congo.

E’ nata così la mini-serie di tre docu-film “Energia: il futuro della vita”. Nella prima puntata, trovate sotto una bella sintesi, conoscerete Aisha, Luca e Alberto del Centro Ricerche Eni per le Energie Rinnovabili e l’Ambiente e il loro impegno per le energie del futuro, mentre Walter vi porterà nel cuore del nostro Green Data Center.

Sala 3D nei laboratori Eni di Bolgiano (San Donato Milanese)

Nella seconda puntata vi porteremo in una delle città più a nord d’Europa, forse del mondo, per farvi conoscere Elisabetta e Richard e tutta la loro energia che usano per far funzionare Goliat, la grande piattaforma cilindrica nel mare di Barents; e poi la giovanissima Roberta che a Gela (dove Eni sta trasformando la raffineria in bio raffineria) ha partecipato al programma di alternanza scuola-lavoro.

Infine, nell’ultima puntata, vi accompagneremo tra le strade illuminate di Pointe Noire in Congo dove colleghi Eni come Claudio, Emanuele ed Henri e personaggi del luogo come Françoise, Sambou, Esther e Eugenie vi racconteranno in che modo l’accesso all’energia ha permesso cambiamenti importanti nella vita di tutti i giorni.

Guarda una sintesi della terza puntata dei tre docu-film realizzati insieme a Discovery Channel
Qui trovate una sintesi della seconda puntata
E qui invece una sintesi della prima puntata

Se vi sono piaciute le prime due puntate, non perdetevi quella di venerdì 10 febbraio, ore 22.05 su Focus (Canale 56 del digitale terrestre e 418 del bouquet Sky). E poi in replica l’11 febbraio alle ore 16.00 e il 12 febbraio alle ore 12.40. Buona visione!

Ah, molto presto le puntate saranno anche disponibili su Discovery Channel (canale 401 di Sky) e Discovery Science (canale 405 di Sky). Vi faremo sapere le date…

informazioni sull'autore
Eniday Staff